lunedì 28 novembre 2011

L'opposizione Siriana: l'azione della Lega Araba segna l'inizio di una nuova era per il paese

Sadristi e Hezbollah hanno partecipato alla repressione: la carta (1513 con i CONFINI ATTUALI SOVRAPPOSTI) aiuta capire perchè....Sempre di anime PERSE si tratta...


L'opposizione Siriana: l'azione della Lega Araba segna l'inizio di una nuova era per il paese
Mentre i lealisti regime sono infuriati per la sospensione dalla Lega Araba della Siria, attivisti e esponenti dell'opposizione hanno tirato un sospiro di sollievo e hanno salutato la decisione come un passo nei confronti della Siria per il raggiungimento della libertà per la quale sta lottando.

Infine, la foglia di fico araba è stato strappata al regime del presidente Bashar al-Assad, ha detto il giornalista siriano Bassam Gaara.

"Questa copertura è quella che ad Assad ha dato una possibilità dopo l'altra, e ciò, a sua volta, ha portato alla uccisione molti più civili siriani", ha detto ad Al Arabiya.

Nonostante la sospensione sia vista come un passo positivo, Gaara ha avvisato che vi sarà una risposta violenta da parte del regime siriano.

"Il regime reagisce con più uccisioni e la repressione, ma contiamo sulle persone che hanno raggiunto il punto di non ritorno e che continueranno la loro lotta fino a quando non vinceranno".

Gaara ha aggiunto che la preoccupazione principale è porre fine alla crisi con il minor numero di danni possibile, e sottolineato l'importante ruolo dell'esercito siriano nel raggiungere questo fine.

"Chiediamo all'esercito siriano di astenersi dall'eseguire l'ordine di Bashar al-Assad di uccidere civili innocenti."

Il segretario generale del blocco siriano unificato, Wahid Sakr, ha benedetto l'azione della Lega Araba come frutto degli sforzi del popolo siriano e ha detto che l'esercito e il presidente sono ora lasciati con poche opzioni.

"L'esercito deve smettere di versare il sangue dei siriani e Bashar al-Assad deve dimettersi subito", ha detto ad Al Arabiya.

Sakr aggiunto che il prossimo stadio richiede il coinvolgimento del Consiglio di sicurezza dal momento che la questione siriana si sposta dalla scena araba alla scena internazionale.
"E 'giunto il momento per il Consiglio di Sicurezza a prendere le sue responsabilità nei confronti della crisi in Siria."

Per quanto riguarda l'obiezione del Libano alla sospensione, Sakr ha detto che non ne era sorpreso.

"Questo è il governo di Hezbollah, le cui milizie hanno preso parte all'assassinio del popolo siriano".

L'astensione dal voto dell'Iraq, ha spiegato Sakr , era ugualmente prevista.

"Le milizie del religioso sciita Moqtada al-Sadr hanno partecipato anche loro alla strage della nostra gente".

L'attivista islamico siriano Abu Shakir ha concordato con Gaara per quanto riguarda la reazione del regime siriano .

"Ovviamente il regime risponde con altra violenza, poiché raggiungere i più alti livelli di repressione è l'unico mezzo di cui dispone al fine di rimanere al potere."



Articolo originale

Nessun commento:

Posta un commento