domenica 13 novembre 2011

Eccoci....



Siamo un gruppo di Italiani ed europei a cui l'idea della Patria Europea è sempre piaciuta, ma che NON si trova nel come è stata (non)realizzata. Come si dice nel Vangelo "non si costruisce sulla sabbia". L'EURO avrebbe dovuto essere una conseguenza NON un obiettivo.
Di conseguenza l'unità europea da sogno rischia di divenire una tragicommedia...
Mi piace ricordare che dopo la pace di Westfalia nel 1648 l'Europa come uscita da una sbronza si accorse che esisteva un'ALTRA POTENZA e NON ERA EUROPEA.
Erano I TURCHI: i primi ad accorgersene furono i Veneziani nel 1669 e la disattenzione costò loro Candia...Poi fu il turno dei Polacchi nel 1672 Ian Sobiesky riuscì col suo valore a fermarli ma la Polonia perse comunque la Podolia...
Questo discorso si sarebbe riproposto di lì a poco nel 1683...a VIENNA...
Il paragone fra il passato e il presente è meno azzardato di ciò che si pensi. Non vi è sembrato un linguaggio da Guerra dei Trent'anni quello che si è usato in particolare contro il nostro paese e contro la Grecia?
E dopo...invece
IL RAPPORTO IAEA Iaea Iran 8nov2011

...Arriva e ci dice "SVEGLIATEVI"! Per questo è ASSOLUTAMENTE Necessario

1) Riproporre la costituzione della CED
2) Proporre la ristrutturazione della BCE sul modello della FEDERAL RESERVE e trasformare le principali Banche Nazionali in Banche dell'UNIONE...
3) Disciogliere l'ECOFIN e trasformarlo nel Commissariato al Tesoro..
4) Dare al Parlamento Europeo il potere di votare le leggi di spesa.

1 commento:

  1. Ultimora: Monti ha accettato l'incarico di formazione del nuovo governo ovviamente, con riserva....

    RispondiElimina